Storia e collezionismo: i 216 anni dell’Autonomia Comunale di Alberobello

Alberobello ha una storia antichissima, risalente addirittura ai primi anni del XVI secolo con i primi insediamenti voluti dal conte di Conversano, Andrea Matteo III Acquaviva d’Aragona.
La cittadina rimase feudo della famiglia conversanese fino al 27 maggio 1797, quando Ferdinando IV di Borbone, re di Napoli, acconsentì agli alberobellesi, tramite apposito decreto, di eleggersi da semplice villaggio a città regia, liberandola di fatto dalla servitù feudale.

Nell’ambito dei festeggiamenti per il 216° anniversario dell’Autonomia Comunale di Alberobello, il Circolo Filatelico Collezionistico dei Trulli, con il patrocinio del Comune di Alberobello e la partecipazione dell’Istituto Comprensivo “Tinelli-Morea” organizza per il 27 maggio prossimo un evento celebrativo presso la sede dell’istituto scolastico in Via Dante Alighieri.

I collezionisti avranno la possibilità di ottenere, dalle 8:30 alle 12:30, uno speciale annullo filatelico e di acquistare cartoline celebrative dedicate ad alcune tra le più importanti personalità storiche alberobellesi: Domenico Morea, Michelangelo La Sorte e Piero Trevisani.